Corsi on-line

Come revisionare un testo

Non esiste testo che esca perfetto dalle dita dell’autore. C’è sempre bisogno di una revisione, fosse pure la lista della spesa. Da dove partire? Come fare?
Questo percorso vi guiderà passo dopo passo attraverso gli errori più comuni, alla scoperta delle soluzioni valide soprattutto per romanzi e racconti, ma anche per la comunicazione di ogni giorno, per il lavoro e la corrispondenza personale.

Metodologia didattica

Gli incontri sono progettati per coinvolgere i partecipanti. Esercizi facoltativi da svolgere a casa saranno commentati insieme, per vedere nella pratica come funziona una verifica professionale e affinare così il vostro stile. Acquisirete un metodo ripetibile al bisogno e gli strumenti per intervenire con cognizione di causa. In due parole: maggiore consapevolezza sulla scrittura.
A ogni incontro sarà previsto uno spazio per domande e osservazioni, le lezioni quindicinali permetteranno la revisione delle esercitazioni dei corsisti.

Docenza: Eugenio Saguatti
Modalità: Video-conferenza (Meet) + registrazione delle lezioni disponibili su Classroom

Gli dei dentro di noi (III parte)

A scuola dai miti – terza parte

Continua il percorso di riflessione iniziato lo scorso anno sulla complessa e affascinante essenza della nostra umanità attraverso la conoscenza dei miti greci. Il laboratorio prenderà in esame le vicende leggendarie delle dee e degli dei dell’Olimpo, facendo riferimento all’importante lavoro della psicologa Jean S. Bolen e al forte influsso che  queste figure archetipiche esercitano ancora oggi sulla nostra cultura. Sarà interessante, infatti, riconoscere nelle loro caratteristiche molti aspetti dell’universo femminile e maschile che accomunano donne e uomini del nostro tempo, dopo quasi tremila anni. Infatti, come ci dice la stessa Bolen, i miti greci, come tutte le favole e i miti diversi che si narrano ancora oggi, dopo migliaia di anni, restano attuali e significativi sul piano personale in quanto contengono un anello di verità che accomuna l’esperienza umana di tutti. Il corso è aperto a tutti e non richiede particolari competenze per quanto riguarda le esercitazioni pittorico/artistiche, adatte sia ai principianti che ai più esperti, ma solo curiosità, vivacità e desiderio di mettersi alla prova!

  1. Demetra, dea delle messi, nutrice e madre.
  2. Persefone: fanciulla e Regina degli inferi, donna ricettiva e “bambina della mamma”.
  3. Efesto, dio della fucina, artigiano, inventore, solitario.
  4. Ares, dio della guerra, guerriero, danzatore, amante.
  5. Afrodite, la dea alchemica.

Obiettivi: arrivare a scoprire quali dei “abitano” dentro di noi, dare forma al nostro personale arche-tipo, comprendere meglio noi stessi e le relazioni che viviamo con gli altri, attraverso le diverse personalità degli dei greci, che sono ancora uno specchio sorprendentemente utile per riflettere su noi stessi. Il percorso teorico sarà accompagnato dall’utilizzo di alcune semplici e piacevoli esercitazioni artistico/pittoriche o di scrittura, con il fine di tradurre in linee, colori e parole le proprie emozioni e dare forma alle proprie caratteristiche personali, facendole emergere da quanto appreso durante le lezioni in aula.

Docenza: Nicoletta e Sabrina Agnoli
Modalità: Video-conferenza (Meet) + registrazione delle lezioni disponibili su Classroom.

Computer corso base

L’obiettivo di questo corso è quello di garantire un approccio semplice ed immediato al mondo dell’informatica. Un corso completo che parte da “zero”, non occorrono particolari prerequisiti: anche a chi si voglia addentrare, per la prima volta, nel pur sofisticato mondo dell’informatica, saranno fornite indicazioni teoriche e pratiche assolutamente chiare ed essenziali e di immediata comprensibilità ed assimilazione da parte del docente professionista del settore.

Continue esercitazioni pratiche faranno apprendere in modo semplice ed immediato tutti i concetti necessari per avere una padronanza-base nell’uso del computer.

Docenza: Lorenzo Medici
Modalità: Video-conferenza (Meet) + registrazione delle lezioni disponibili su Classroom.

Le donne nella scienza (II parte)

L’importante contributo femminile alle attuali conoscenze.

Migliaia di anni di evoluzione della Civiltà umana hanno disegnato una storia della Scienza costellata di nomi di grandi geni, profondi innovatori del pensiero, o capaci di intuizioni empiriche che hanno innescato profonde rivoluzioni del modo di osservare ed interpretare la Natura e l’Universo. ci si rende conto però che per un lunghissimo periodo mancano del tutto o quasi i contributi femminili. Paradossalmente ciò accade soprattutto a partire dagli albori del moderno pensiero scientifico. Individuando e evidenziando i controesempi, fortunatamente aumentati in numero e frequenza negli ultimi due secoli, si vuole riflettere sul difficile percorso della società verso la liberazione dal pregiudizio sessuale ed il conseguente livellamento delle opportunità di dar corso ai propri progetti di vita, lavoro, sviluppo e promozione sociale, ponendo in particolare l’accento sul fittizio, ma mai risolto contrasto tra due icone inamovibili: quella dell’Homo Faber, sperimentatore del mondo reale con il quale misura continuamente la sua forza fisica ed intellettuale, proiettata verso un futuro di conquista e sviluppo, e quella dell’angelo del focolare, dedito alla cura e alla conservazione della vita, la prima delle quali, inutile perfino ribadirlo, coniugata al maschile, mentre la seconda inesorabilmente al femminile.
Continuiamo nella lunga strada che ha condotto al livello attuale delle conoscenze e dei metodi scientifici,  con questo secondo corso arriviamo al panorama scientifico moderno con i contributi più recenti da parte di scienziate e lo stato attuale della ricerca.
Riteniamo fondamentale soffermarsi a ragionare su tali temi, soprattutto in un momento storico cruciale, nel quale ferve il dibattito sulla crisi dell’attuale modello di sviluppo, fondato sulla continua crescita della ricchezza e sulla produttività in tal senso delle attività umane, che ha le sue radici proprio nelle conquiste della Scienza moderna. Temi trattati:

  • Le origini del Pensiero Scientifico moderno
  • L’illuminismo (Laura Bassi, M. Gaetana Agnesi)
  • Le donne e la Rivoluzione industriale: tecnologia e invenzioni)
  • I premi Nobel
  • Mercury 13: le donne e la conquista dello Spazio
  • La situazione attuale: ricerca e divulgazione.

Docenza: Oriano Spazzoli
Modalità: Video-conferenza (Meet) + registrazione delle lezioni disponibili su Classroom.

Practical & conversational English, with a native English teacher

Lessons for people who can already use everyday English at pre-intermediate level. The goal? To give students the opportunity to USE what they’ve already learnt through conversation, individual and group presentations, role play, problem-solving and by looking at a range of topics. (Entry requirements: enthusiasm! Ideally, students will have completed the first three Università Aperta levels or have a solid understanding of English to at least A2/B1).

Lezioni per corsisti che sanno già l’inglese ad uso quotidiano. L’obbiettivo? Offrire agli studenti l’opportunità di USARE ciò che hanno già imparato, concentrandosi sulla conversazione, le presentazioni individuali e di gruppo, il gioco di ruolo, problem-solving e affrontando e discutendo una gamma di argomenti.
Requisiti: soprattutto entusiasmo e una solida conoscenza dell’inglese, almeno A2/B1.

Docenza: Stephen M. Davies
Modalità: Video-conferenza (Meet) + registrazione delle lezioni disponibili su Classroom.

Corsi a scelta on-line o in presenza

COVID e salute mentale (Gratuito)

L’evento pandemico da COVID -19 ha portato con sé molteplici eventi critici. Le ripercussioni sulla salute, fisica e mentale, e sull’assetto economico delle nostre società, si accompagnano a dilemmi di natura etica e costituiscono una importante sfida alla politica.
Limitandoci ad un esame degli effetti sulla salute mentale della popolazione vanno certamente esaminate:

  • le conseguenze su coloro che si sono ammalati di Covid
  • le conseguenze su coloro che non si sono ammalati di COVID

In particolare, a preoccupare, sono gli effetti psicologici che la pandemia ha determinato e potrà determinare sugli individui, in particolare sui giovani e sulle persone psicologicamente più fragili o più esposte alla crisi economica derivante dall’emergenza sanitaria.

Docenza: Alba Natali, Elisabetta Zucchini
Modalità Mista: On-line (Meet) o In presenza e nel rispetto delle norme sanitarie previste all’avvio del corso.  Corso gratuito

Va dove ti porta lo scrittore

Guida pratica per gli ammalati di lettura

Leggere non è difficile: basta girare la copertina del libro e proseguire fino all’ultima pagina. Scrivere, invece, richiede un punto di vista e una prospettiva, per togliere il lettore dalla sua consuetudine e portarlo altrove, dove lui non si aspetta. Portarlo senza chiederglielo, senza che se ne accorga.  Scrivere richiede cioè una strategia, invisibile nella lettera del testo ma sottesa all’opera intera.
Il corso si propone di mettere in luce questa strategia, nel romanzo contemporaneo, e di spiegarne il potere seduttivo, che ci rende ‘racconto-dipendenti’.

  • La Storia e le storie (romanzi più o meno storici);
  • Vagabondaggi (romanzi on the road);
  • Io so e ho le prove (romanzi di testimonianza);
  • Acqua davvero distillata (romanzi sentimentali).

Docenza: Marco Marangoni
Modalità Mista: On-line (Meet) o In presenza e nel rispetto delle norme sanitarie previste all’avvio del corso.

Shakespeare: non solo tragedia

William Shakespeare, oltre alle grandi tragedie, scrisse anche molte commedie. Il Folio del 1623 ne contiene infatti 17 su un totale di 37 drammi. Di alcune almeno si conosce il titolo, come Le allegre comari di Windsor (da cui Arrigo Boito trasse il libretto per il Falstaff di Verdi), Sogno di una notte di mezza estate, Il mercante di Venezia, La tempesta, La bisbetica domata… Altre restano per lo più sconosciute. Il corso si propone, dopo una breve discussione dei sottogeneri in cui le commedie shakespeariane sono state catalogate e delle motivazioni della (ingiustificata) minore attrattività delle commedie, di presentarne una rassegna evidenziandone gli aspetti più rilevanti e divertenti, ma anche quelli ambigui e problematici. Ci si servirà, ove possibile, anche di filmati di spettacoli o di versioni filmiche.

Docenza:  Roberta Mullini
Modalità Mista: On-line (Meet) o In presenza e nel rispetto delle norme sanitarie previste all’avvio del corso.

“Per-corsi” di storia dell’arte: l’età del Gotico e di Giotto

Più che un corso, un percorso nel tempo e nello spazio attraverso l’Europa medievale, dalla nascita del Gotico nella Francia del XII secolo alla sua evoluzione e diffusione attraverso l’architettura, la scultura e la pittura.

È soprattutto in Italia che nel corso del Duecento le novità europee si intrecciano con il recupero dell’antico: la stagione di Federico II influenza il nuovo corso della scultura, che a sua volta si riflette in un naturalismo pittorico inedito. Nell’età di Giotto la pittura muta il suo parlare e da “greca” si fa “latina”: è una novità che ha la forza di una deflagrazione. In parallelo alla ricerca di uno spazio percorribile, nel Trecento si fanno strada anche altre esigenze: nella corte papale di Avignone matura una lingua preziosa che avrà diffusione internazionale.
Saint-Denis 1140: la nascita del Gotico / la prima diffusione del Gotico in Europa e in Italia: i Cistercensi, gli ordini mendicanti / Benedetto Antelami
– La scultura gotica in Europa: Reims, Bamberga / Federico II / Nicola Pisano e Arnolfo di Cambio
– La pittura del Duecento: Giunta Pisano / Cimabue / Roma e Pietro Cavallini
– Le storie di Francesco ad Assisi / Giotto / Giovanni Pisano
– I pittori senesi: Duccio da Buoninsegna / Simone Martini / Pietro e Ambrogio Lorenzetti
– L’eredità di Giotto nel Trecento / Avignone e la diffusione del Gotico internazionale

Docenza: Stefania Biancani
Modalità mista: On-line (Meet) o In presenza e nel rispetto delle norme sanitarie previste all’avvio del corso.

Incontro con Aristotele

IL MAESTRO DI COLOR CHE SANNO…..

Aristotele: “il maestro di color che sanno”, considerato per secoli il più grande dei filosofi, la vetta insuperabile cui la ragione umana è giunta. Il più geniale fra gli allievi di Platone, che dalla idee del maestro ad un certo punto si staccherà inaugurando un approccio nuovo, diverso, al mondo, plasticamente espresso da Raffaello, nella “Scuola di Atene”, ove a Platone, che con il dito indica il cielo, si contrappone Aristotele che, con le mani aperte ad indicare la terra, sembra invitare a salvaguardare il mondo sensibile. Il tentativo di disegnare la mappa delle scienze, di chiarire quale sia e come funzioni lo strumento di cui la conoscenza umana si serve, la logica, della quale si è detto che uscì dalla sua testa praticamente perfetta e, ancora, il problema dell’essere, dell'”essere in quanto essere”e dei diversi sensi che attribuiamo a questa espressione Una cosmologia, il sistema aristotelico-tolemaico, che è stato accettato fino alla rivoluzione scientifica, una fisica, anch’essa considerata valida per lunghissimo tempo, una teoria dell’anima, studi di etica, di politica, di poetica ancor oggi considerati fondamentali, questa la straordinaria eredità che questo filosofo ci ha lasciato. Aristotele ha impresso un segno profondissimo e duraturo nella storia del pensiero occidentale, un’impronta ancor oggi feconda e vitale. Il corso si propone di toccare, in un ciclo di sei lezioni, senza alcuna pretesa di esaustività, alcuni dei temi fondamentali del pensiero di questo gigante della filosofia.

– Aristotele e Platone. “Il cielo e la terra”, Il rifiuto dell'”iperuranio” e la critica al maestro.
– La fondazione della “logica” Gli elementi e le forme del discorso. Le categorie, i giudizi, i sillogismi.
– La metafisica o “filosofia prima”. L'”essere” e dei suoi significati L’essere, la “sostanza, il”divenire”, la “potenza” e “l’atto”.
– La fisica La scienza dell’essere in movimento. La cosmologia. Il sistema “aristotelico tolemaico”, la teoria dei “luoghi naturali”, il “finalismo”.
– L’anima e la conoscenza La sensazione, l’immaginazione, l’intelletto. Il problema dell’immortalità dell’animaindividuale.
– La politica, l’etica, la poetica. L’uomo come “animale sociale”. Le virtù “etiche” e “dianoetiche”, il “libero arbitrio”, la giustizia, l’amicizia, la vita contemplativa.

Docenza: Sebastiano Sotgia
Modalità mista: On-line (Meet) o In presenza e nel rispetto delle norme sanitarie previste all’avvio del corso.

Dagli Appennini alle Langhe

Storie e curiosità sulle vacanze in Italia

L’Italia è uno dei paesi al mondo nei quali il settore turistico è economicamente più rilevante. A prescindere dai disagi e dalle restrizioni imposte dal covid19, milioni e milioni di turisti italiani e stranieri hanno scelto e continuano a scegliere di visitare in lungo e in largo il Bel Paese: magnifiche città d’arte, spiagge ben attrezzate o selvagge, luoghi di villeggiatura montana, stazioni sciistiche, località termali, borghi autentici, santuari e centri d’interesse religioso. Esplorare la storia e il presente del turismo italiano è un immergersi nell’identità del nostro paese, fra analisi, curiosità, spunti di viaggio e stimoli per riflettere. In quattro incontri si approfondiranno altrettanti percorsi ricchi e variopinti, in un coerente quadro complessivo:

  1. Dalle Terme romane al Grand Tour: cenni sul turismo in età preindustriale
  2. Mari e monti. Dal turismo elitario a quello di massa
  3. Casa e chiesa. Il turismo culturale e quello religioso
  4. Il cibo e il turismo: il binomio del futuro

Docenza: Tito Menzani
Modalità Mista: On-line (Meet) o In presenza e nel rispetto delle norme sanitarie previste all’avvio del corso.

L’antica Giordania

Situata nella Fertile Mezzaluna, la Giordania, abitata fin dal Paleolitico, è sempre stata una terra “crocevia di popoli e di culture”. Dai tempi lontani del Neolitico, intorno all’VIII millennio a.C., all’età del Bronzo, del Ferro e ai secoli dopo Cristo, vari popoli sono stati attratti dalla Giordania: Moabiti, Edomiti, Ammoniti, Ebrei, Assiri, Babilonesi, Persiani, Greci, Nabatei, Romani, Bizantini, Arabi… hanno lasciato tracce della loro presenza nei vari strati del Paese.
Introduzione
Introduzione geografica e storica; storia delle scoperte e degli studi.
Il Neolitico e l’età del Bronzo
Nel corso d Neolitico in Giordania ebbero luogo alcuni dei più antichi esperimenti di agricoltura e di vita comunitaria; importantissimi il sito di Beidah che testimonia l’evoluzione delle più antiche abitazioni e quello di Ain Ghazale che ha restituito stupefacenti statue in gesso, considerate le più antiche di questo periodo. Durante l’età del Bronzo si assiste alla nascita delle “città”: Khirbet al Batrawi costituisce un esempio di diffusione della cultura mesopotamica della città anche al di fuori del bacino del Tigri-Eufrate.
L’età del Ferro e l’ellenismo
Durante l’età del Ferro la Giordania si presenta divisa in tanti piccoli stati) che, nonostante gli scontri con gli Ebrei e il successivo dominio degli Assiri, conobbero un periodo di prosperità (in particolare il regno ammonita). L’avvento dei Babilonesi segnò la fine dei re locali e con i Persiani il Paese divenne parte di una satrapia persiana. Il successivo periodo ellenistico (dopo la morte di Alessandro Magno) vide prima il controllo dei Tolomei d’Egitto, poi dei Seleucidi. Testimonianze importanti di quest’ultimo momento sono il sito di Iraq al-Amir e alcuni documenti del mondo nabateo, in particolare nella Piccola Petra.
Il mondo nabateo
Durante il periodo ellenistico crebbe l’importanza degli Arabi Nabatei, che si erano insediati nella parte sud del Paese. Le continue ostilità tra Tolomei e Selucidi permisero ai Nabatei di estendere la loro influenza verso nord e di essere i “signori” di diverse ricche rotte commerciali. Testimonianza della loro importanza e ricchezza è la loro capitale Petra.
Il mondo romano
Nel I secolo a.C. la nuova potenza di Roma riuscì a estendere il controllo nel Vicino Oriente, fino a includere la Siria, la Giordania e la Palestina. L’interesse degli imperatori per questa area portò alla nascita di un sistema di fortificazioni (da ricordare la fortezza di Qasr-Bashir) e alla edificazione di splendide città quali Philadelphia (l’antica Amman), Gadara, Pella e Gerasa.
Il mondo cristiano e bizantino
Dopo il riconoscimento da parte dell’imperatore Costantino, il cristianesimo si diffuse rapidamente in questa terra, meta di pellegrinaggi fin dal IV secolo sui luoghi legati a Mosè (Monte Nebo) e al battesimo di Gesù (Betania). Nei secoli V e VI in diverse città, piccole e grandi, furono edificate numerose chiese (ad esempio Madaba, famosa per i suoi mosaici pavimentali).
I cosiddetti “castelli” e le fortezze dell’epoca islamica
Nel VII secolo la Giordania fu una delle prime aree dell’area siro-palestinese ad essere avvicinata dagli Arabi musulmani. Nell’VIII secolo, con gli Omayyadi, furono costruiti palazzi lussuosi e terme (Quasair Amra), mentre nel XII e XIII secolo i Crociati compresero che il sud della Giordania era di immensa importanza strategica e vi costruirono castelli e fortezze (Ajlun, Kerak, Shobak) che diedero loro la possibilità di tenere sotto controllo i movimenti tra Siria Ed Egitto e di assalire le carovane di pellegrini musulmani diretti alle città sante della Mecca e di Medina.

Docenza: Daniela Ferrari
Modalità Mista:On-line (Meet) o In presenza e nel rispetto delle norme sanitarie previste all’avvio del corso.

Geopolitica

Il corso di Geopolitica giunge alla sua undicesima edizione, e affianca, agli interventi ormai consolidati del direttore di Limes Lucio Caracciolo e del coordinatore Demostenes Floros sulla crisi Ucraina e sulle conseguenze geopolitiche della questione energia, le voci autorevoli di nuovi docenti su temi di massima attualità. Giorgio Bianchi, fotografo e documentarista indipendente, porterà la sua testimonianza in presa diretta dal Donbass, anche alla luce della recente sua intervista a Maria Zaharova, portavoce del ministero degli esteri russo; il prof. Massimo Amato dell’Università Bocconi ci parlerà dell’impatto delle criptovalute fra geopolitica ed economia; il prof. Fabio Minazzi dell’Università dell’Insubria affronterà il tema della neutralità della scienza, mentre il Giappone e la sua politica estera all’indomani dell’attentato al presidente Abe saranno al centro della lezione del prof. Antonio Fiori, dell’Università di Bologna.

L’arma della propaganda: una testimonianza dal Donbass – Dott. Giorgio Bianchi, fotoreporter e documentarista;
Criptovalute: la posta in gioco economica e geopolitica  – Prof. Massimo Amato, Università Bocconi;
La scienza è neutrale? Alcune considerazioni sul problema epistemologico e civile della cosiddetta “neutralità” del patrimonio tecnico-scientifico – Prof. Fabio Minazzi, Università dell’Insubria;
Il mondo dopo il 24 febbraio – Prof. Lucio Caracciolo, direttore di Limes; dalla sala conferenze SACMI soc. coop.
La politica estera del Giappone in un’epoca di incertezze – Prof. Antonio Fiori, Università di Bologna;
I nuovi flussi energetici allargano il solco tra blocco Atlantico ed Eurasiatico. Cambiano frattanto i rapporti di forza – Dott. Demostenes Floros, CER-Centro Europa Ricerche.

Coordinamento: Demostenes Floros
Modalità Mista: On-line (Meet) o In presenza e nel rispetto delle norme sanitarie previste all’avvio del corso.

L’altra metà della musica

La storia del rock, del pop e della canzone d’autore attraverso la vita e la musica di centinaia di donne straordinarie.
Questo corso vuole ripercorrere la storia della musica nera, del rock, del pop italiani e stranieri, attraverso la vita e la musica di decine di figure femminili, alcune giustamente famose, altre ingiustamente dimenticate.
Autrici, cantautrici, cantanti, musiciste hanno sempre costituito “l’altra metà del cielo” di questi ambiti musicali, ma troppe di loro sono state cancellate dai libri di storia o non vi sono mai finite, nonostante il loro contributo sia stato spesso fondamentale.
Partendo dal blues dell’inizio del secolo scorso e arrivando ai giorni nostri, attraversando generi ed epoche,  le racconteremo a parole e musica, col racconto della loro arte e la visione dei video delle loro performances.

Docenza: Lucio Mazzi
Modalità Mista: On-line (Meet) o In presenza e nel rispetto delle norme sanitarie previste all’avvio del corso.

Film, immaginari e modelli culturali

Gli incontri proporranno un percorso tra alcuni dei film più noti della storia del cinema, per esplorare l’immaginario che hanno contribuito a creare: da La corazzata Potëmkin (Sergej Michajlovič Ėjzenštejn, 1925) a Ritratto della giovane in fiamme (Celine Sciamma, 2019), confronteremo pellicole realizzate in diversi periodi e contesti, tra cui esiste un fil rouge che ne mette in relazione i contenuti, lo stile, le forme narrative. L’analisi ravvicinata permetterà di allenare lo sguardo e imparare a comprendere meglio il linguaggio cinematografico. Ma non solo: scopriremo quante cose un singolo film racconta sulla storia del cinema, sui generi, sul racconto tramite le immagini in movimento.

Docenza: Stefano Lalla, Elisa Mandelli
Modalità Mista: On-line (Meet) o In presenza e nel rispetto delle norme sanitarie previste all’avvio del corso.

Corsi in presenza

Scatenare una HappyDemia Contagioiosa

Lo Yoga della risata

Lo Yoga della Risata è una tecnica unica che fonde la risata incondizionata con la respirazione yogica (pranayama). Il bello è che tutti possono ridere senza bisogno di comicità! All’inizio si simula la risata come se fosse un esercizio fisico, il che incoraggia quella giocosità tipica dell’infanzia e poi… lo scoprirai solo ridendo! Si tratta dell’unica tecnica al mondo che consente di sviluppare una risata autentica, fragorosa, un antistress naturale.
Alcuni benefici per corpo e mente: una sensazione di benessere a 360°, più autostima, relazioni più efficaci, nuova vitalità, comunicazione più empatica, migliore qualità del sonno, dimagrimento, abbassamento della glicemia e del colesterolo “cattivo”, rafforzamento del sistema immunitario…
Se la felicità è una scelta, scegli di essere felice!

Docenza: Antonella Fambrini
Modalità: In presenza e nel rispetto delle norme sanitarie previste all’avvio del corso.

Che razza di razza!
Nascita, definizione ed attualità delle razze del cane

Il corso è dedicato alla storia del concetto stesso di razza canina, che è un concetto che appartiene al mondo dell’uomo: cane e uomo si sono evoluti insieme, influenzandosi in modo reciproco: questo è l’aspetto che andremo ad approfondire negli incontri del corso.

  • Origini, storia, evoluzione e selezione del cane
  • Psicologia delle razze, metodi di apprendimento e di addestramento
  • Standard razze canine
  • Il concetto di razza nella letteratura: il parallelo uomo-cane
  • Incontro all’aria aperta con cani di varie razze per evidenziare i concetti del corso teorico

Puoi leggere l’articolo del docente in merito alla scelta del proprio cane in questa pagina

Docenza: Andrea Circasso, Alessia Fontana
Modalità: In presenza e nel rispetto delle norme sanitarie previste all’avvio del corso.

La comicità ci fa stare bene

Giunti alla diciannovesima edizione del corso di comicità, corso ormai più che rodato, siamo in partenza per questo nuovo viaggio. Siete pronti per farlo insieme a noi? Sono ormai svariati anni che mi occupo di comicità al servizio delle persone e in tutto questo tempo ho potuto toccare con mano tutti i benefici che la comicità può portare all’essere umano. La soddisfazione più grande per me resta sentire i partecipanti a fine corso dire di aver iniziato a prendere le cose in modo diverso, vedendole da altre prospettive con più semplicità e ironia. Questo gli ha davvero cambiato la vita. Sviluppare il senso comico fa stare meglio con gli altri, moltiplica l’energia creando un clima di positività che attira le persone, contribuisce a far assaporare le piccole cose della vita e ci dà maggiore consapevolezza sulle questioni più importanti. Noi siamo animali sociali e l’ironia è un veicolo potente per comunicare con gli altri. Un po’ di attitudine comica è uno strumento in più per affrontare la vita. La maggior parte delle persone si focalizza sulle cose che non vanno e così facendo si perde quello che di bello incontra. Con questo corso cercheremo di fare esattamente il contrario, imparando, attraverso la comicità, a goderci le cose positive che ci capitano. Gli allievi avranno tante possibilità di incontrarsi, conoscersi e di mettersi in gioco intorno a una passione comune. Questo laboratorio è aperto a tutti e continua a dare i suoi frutti. Occuparsi di comicità richiede un po’ di applicazione e di voglia di mettersi in gioco. Ma ogni sforzo che faremo in questa direzione ci tornerà indietro con gli interessi. Sarà davvero un ottimo investimento su sé stessi.
I contenuti: Nozioni di didattica della comicità; Cenni storici sulla comicit; Tecniche ed esercizi di utilizzo della voce; Esercizi per l’acquisizione di una maggiore consapevolezza del proprio corpo; Esercizi di scrittura comica; Esercizi di respirazione; Brevi letture comiche; Esercizi di recitazione di gruppo; Esercizi di ascolto e interazione con gli altri; Tecniche di mimica (il ruolo del clown); Tecniche della comicità: tempi, specificità, semplicità, ritmo; Dall’ideazione alla realizzazione dello sketch; Costruzione del personaggio dello sketch.

Docenza: Davide Dalfiume
Modalità: In presenza e nel rispetto delle norme sanitarie previste all’avvio del corso

Il dialetto romagnolo

Una lingua da amare

Amarcord è forse la parola romagnola più conosciuta e quasi sinonimo di Federico Fellini ma è anche quella che nelle lezioni sul dialetto ricorre più frequentemente come condivisione di esperienze vissute e come testimonianza di un patrimonio culturale costruito da generazioni che hanno dato parole alle cose, alle situazioni di lavoro, ai proverbi, alle relazioni sociali e politiche, ai sentimenti nelle più varie sfumature e alla stessa poesia. E’ una lingua dalle numerose varietà dialettali che nel loro insieme costituiscono l’orgoglio identitario della Romagna e che Università Aperta si propone anche quest’anno di far conoscere attraverso un nucleo di argomenti emblematici dei rapporti umani e delle tradizioni artigiane ben evidenti nel parlato quotidiano ed anche nelle immagini che ci sono state conservate.

Un bèll bichìr d’albana
l’at fa ‘vnì la voja cantarena
l’at dà vigor, l’at mett un’alègrì
cl’at fa sugnè da svegg e l’è un purtent
parch, s’tù vècc, ut pé da rinzuvinì.

Al parsòn  c’an al bev agli’è acsè reri
ca la prola astèmi, acquè in Rumagna
l’as po’ scanzlé d’in te vucabuleri

Docenza: Gianni e Paolo Parmiani, Osiride Guerrini, Mario Gurioli, Enrico Berti, Maurizio Flutti
Modalità: In presenza e nel rispetto delle norme sanitarie previste all’avvio del corso.

In Pinacoteca a Bologna: 5 quadri per 5 secoli

Si tratta di 5 incontri che si terranno di sabato, con cadenza a settimane alterne, entro la Pinacoteca: durante ognuno di essi prenderà in considerazione un capolavoro della collezione permanente, uno per ciascuno dei secoli rappresentati dal Trecento al Settecento, alla scoperta di nomi fondamentali per la nostra storia dell’arte come Vitale da Bologna, Parmigianino o Giuseppe Maria Crespi, opere a volte celebri, a volte meno, di cui si racconteranno le talora avventurose vicende storiche e se ne mostrerà l’impatto culturale sulla città.

Docenza: Alessio Costarelli
Modalità: In presenza e nel rispetto delle norme sanitarie previste all’avvio del corso.

Laboratorio di Disegno e Pittura

Il corso si rivolge sia ai principianti che a coloro che desiderano aumentare le proprie capacità di padroneggiare le singole tecniche operative.
Mirna Montanari consentirà ai corsisti di essere introdotti attraverso percorsi individualizzati all’uso delle tecniche primarie dell’espressione artistica con matita, carboncino, pastelli, china, acquerelli, acrilico e ai più esperti di conquistare una maggiore disinvoltura espressiva.
Durante le lezioni verranno riprese e approfondite le esperienze dell’anno precedente e i nuovi iscritti riceveranno particolare attenzione per consentire a ciascuno di esprimere la propria creatività.
A conclusione del corso si prevede l’allestimento di una mostra collettiva.

Docenza:   Mirna Montanari e Filippo Maestroni
Modalità: In presenza e nel rispetto delle norme sanitarie previste all’avvio del corso

Per essere felici ci vuole c(u)oraggio!

Esercizi pratici di agilità emotiva.
La vita è come è e non come vorremmo che fosse. Ciò scatena in noi emozioni, che spesso classifichiamo rigidamente in “buone” e “cattive”, sforzandoci di evitare queste ultime. Solo che le emozioni inascoltate prendono forza ed iniziano a controllarci da dentro.
Obiettivo del corso è allenare il nostro c(u)oraggio (o coraggio emozionale) per diventare persone emotivamente agili, in grado cioè di spezzare i propri automatismi, riconoscere ed abbracciare con curiosità e compassione tutte le emozioni indistintamente e soprattutto con il coraggio di compiere piccoli ma significativi passi ispirati ai propri valori e tirare fuori il meglio di sé nelle relazioni e nella vita professionale.

  • Schemi di pensiero e trappole
  • Imbottigliatore o ruminatore?
  • Emozioni: messaggi, non direttive
  • Libertà: lo spazio tra emozione/pensiero e risposta
  • I valori come bussola
  • Coraggio: paura in movimento

Docenza: Alberta Graziani
Modalità: In presenza e nel rispetto delle norme sanitarie previste all’avvio del corso

La storia del mare

Dai miti antichi alle sfide di oggi
La storia delle prime colonizzazioni, dei mezzi e delle antiche imbarcazioni per affrontare il mare, della nascita dei porti, della storia dei grandi miti, quelli biblici e quelli omerici. E le civiltà: i fenici, i greci, i romani; e attorno a queste le rotte dei mercanti, le storie delle anfore, del corallo; i racconti dei pellegrini e dei Vichinghi in America e dei cinesi nell’Oceano Indiano. Sino al presente, alla crisi ambientale e allo scioglimento dei ghiacci. Perché la storia del mare vuol dire anche ricordarci che siamo una specie fra le altre specie e che la cosa che più conta in tutta questa avventura millenaria è che siamo parte del mare.

Docente: Alessandro Vanoli
Modalità: In presenza e nel rispetto delle norme sanitarie previste all’avvio del corso

La musica d’organo nelle Chiese Imolesi

L’organo è uno strumento affascinante che ha accompagnato gli ultimi due millenni di storia occidentale. Nato con scopi profani, è stato poi introdotto nelle chiese cristiane diventando un vero e proprio simbolo della musica liturgica: parallelamente, l’azione di importanti costruttori e organisti ha portato avanti il repertorio concertistico di questo strumento, attraverso autori quali Frescobaldi, Bach, Franck e molti altri.
Il corso ha lo scopo di far conoscere questo strumento e il suo repertorio: ogni organo ha la sua storia e caratteristiche differenti, per questo i quattro incontri programmati si svolgeranno in più chiese imolesi. Cercheremo di capire come funziona un organo, quali parti lo compongono, perché possiede  timbri estremamente variegati. Attraverso alcune pagine di repertorio, ci faremo guidare dalle sue sonorità in questo viaggio alla scoperta della musica organistica, con pagine di autori (Bach, Franck, Verdi e tanti altri) e con improvvisazioni: verranno anche fornite indicazioni che introdurranno all’ascolto e alla comprensione della musica.  il coprso si tiene nelle chiese di:

Carmine, Via Emilia 32 – Imola
Sant’Agata, Via Cavour 71 – Imola
Sant’Agostino, Via Marsala 5 – Imola
Santa Maria in Regola Via Cosimo Morelli 8- Imola
Natività Maria Vergine, Via Chiesa 12 – Bubano

Docenza: Elisa Teglia
Modalità: In presenza e nel rispetto delle norme sanitarie previste all’avvio del corso.

SMARTPHONE: corso avanzato

 

In questo percorso si approfondiranno le tematiche del primo corso, o comunque le conoscenze di base, per imparare un’approfondita gestione pratica dei dispositivi mobili smartphone e tablet, con particolare attenzione verso applicazioni di quotidiana utilità.
Ai corsisti sarà messo a disposizione un sito riservato dove visualizzare e/o scaricare i materiali del corso. Sintesi degli argomenti:

  • Approfondimento delle principali applicazioni
  • Protezione online (verifica in due passaggi, cambio psw)
  • Tecniche di phishing – truffe via sms e whatsapp
  • Riconoscimento degli annunci pubblicitari: cosa fare?
  • Collegamento smartphone-pc (spostamento file multimediali, ripristino,
  • Backup (backup su pc, acquisto spazio extra – quanto spazio serve)
  • Viaggiare (Acquisto biglietti aerei/treni online, Booking)
  • Acquisti (Amazon, Satispay e simili, JustEat)
  • App di uso comune: Hera, Fascicolo, Spid, Home banking/Posta…

Docenza: Lorenzo Medici, Lorenzo Galassi
Modalità: In presenza e nel rispetto delle norme sanitarie previste all’avvio del corso.

Camminare per conoscere

Conoscere arte, storia, natura e curiosità del nostro territorio attraverso piacevoli passeggiate.

Se volete arricchire il corpo e la mente … potete partecipare a questo corso che si prefigge di osservare, divertendosi attraverso passeggiate o brevi escursioni, tanti aspetti del nostro territorio che spesso ci sfuggono. La società ci spinge a visitare posti lontani, di moda in quel momento, trascurando posti molto più vicini a noi ma a volte più ricchi di elementi culturali. L’esperienza di questi anni ci ha dimostrato, con grande soddisfazione, l’apprezzamento e la sorpresa di scoprire, con l’aiuto di un esperto, i piccoli gioielli artistici, storici, naturalistici del nostro territorio. Si è visto che anche chi aveva timore verso questo tipo di lezioni itineranti si è poi trovato a proprio agio tanto da continuare anche per conto proprio a frequentare i sentieri delle nostre vallate. Quest’anno visiteremo la media valle del Senio, Cesenatico, Fiagnano, la stretta di Borgo Rivola, le Valli di Campotto e la zona di Zattaglia. I territori verranno illustrati da esperti competenti ed innamorati dei luoghi che si andranno a visitare.  Le lezioni si terranno nella mattinata della domenica, tra ottobre e dicembre. Eventuali escursioni annullate a causa del maltempo saranno recuperate in date da definire. Le modalità legate all’abbigliamento e ai mezzi di trasporto (propri) saranno specificate al momento della convocazione. le lezioni si terranno come sempre all’aperto ed in ottemperanza alle regole di accompagnamento in sicurezza sarà presente un accompagnatore ogni 20 persone. Le uscite:

– Vita e ambiente della media valle del Senio. Prof. Roberto Rinaldi Ceroni, esperto di storia locale.
– Cesenatico, la marineria e la città. A cura del Museo della Marineria locale.
– Fiagnano. Marinella Frascari, CAI Bologna.
– Tra Borgo Rivola e i Crivellari. Massimo Ercolani, Federazione speleologica regionale dell’Emilia-Romagna.
– Le valli di Campotto. A cura del Museo delle Valli di Argenta.
– Attorno a Zattaglia. Gigi Stagioni, Società per gli studi naturalistici della Romagna.

Coordinamento: Manuela Krak
Modalità: In presenza e nel rispetto delle norme sanitarie previste all’avvio del corso.