Caricamento Eventi

IL MAESTRO DI COLOR CHE SANNO…..

Aristotele: “il maestro di color che sanno”, considerato per secoli il più grande dei filosofi, la vetta insuperabile cui la ragione umana è giunta. Il più geniale fra gli allievi di Platone, che dalla idee del maestro ad un certo punto si staccherà inaugurando un approccio nuovo, diverso, al mondo, plasticamente espresso da Raffaello, nella “Scuola di Atene”, ove a Platone, che con il dito indica il cielo, si contrappone Aristotele che, con le mani aperte ad indicare la terra, sembra invitare a salvaguardare il mondo sensibile. Il tentativo di disegnare la mappa delle scienze, di chiarire quale sia e come funzioni lo strumento di cui la conoscenza umana si serve, la logica, della quale si è detto che uscì dalla sua testa praticamente perfetta e, ancora, il problema dell’essere, dell'”essere in quanto essere”e dei diversi sensi che attribuiamo a questa espressione Una cosmologia, il sistema aristotelico-tolemaico, che è stato accettato fino alla rivoluzione scientifica, una fisica, anch’essa considerata valida per lunghissimo tempo, una teoria dell’anima, studi di etica, di politica, di poetica ancor oggi considerati fondamentali, questa la straordinaria eredità che questo filosofo ci ha lasciato. Aristotele ha impresso un segno profondissimo e duraturo nella storia del pensiero occidentale, un’impronta ancor oggi feconda e vitale. Il corso si propone di toccare, in un ciclo di sei lezioni, senza alcuna pretesa di esaustività, alcuni dei temi fondamentali del pensiero di questo gigante della filosofia.

– Aristotele e Platone. “Il cielo e la terra”, Il rifiuto dell'”iperuranio” e la critica al maestro.
– La fondazione della “logica” Gli elementi e le forme del discorso. Le categorie, i giudizi, i sillogismi.
– La metafisica o “filosofia prima”. L'”essere” e dei suoi significati L’essere, la “sostanza, il”divenire”, la “potenza” e “l’atto”.
– La fisica La scienza dell’essere in movimento. La cosmologia. Il sistema “aristotelico tolemaico”, la teoria dei “luoghi naturali”, il “finalismo”.
– L’anima e la conoscenza La sensazione, l’immaginazione, l’intelletto. Il problema dell’immortalità dell’animaindividuale.
– La politica, l’etica, la poetica. L’uomo come “animale sociale”. Le virtù “etiche” e “dianoetiche”, il “libero arbitrio”, la giustizia, l’amicizia, la vita contemplativa.

Docenza: Sebastiano Sotgia
Lezioni: 6
Giorno e orario: Venerdì, 18.00-19.30; ottobre – novembre 2022
Modalità mista: In presenza e Video-conferenza (Meet) + registrazione delle lezioni disponibili su Classroom
Costo IVA compresa on-line: Soci di U.A …..Euro, Non soci …..Euro.
Costo IVA compresa presenza: Soci di U.A ….. Euro, Non soci ….. Euro.

Sebastiano Sotgia

Laureato in filosofia a Bologna, docente di filosofia e storia in diversi Licei e, attualmente, presso il Liceo Scientifico Valeriani di Imola.
Da molti anni docente in numerosi corsi per adulti di filosofia e di storia a Bologna e Imola.
Storico collaboratore e socio dell’Università Aperta di Imola. E’stato membro dell’associazione filosofica Mondotre ed ha partecipato all’allestimento ed alla rappresentazione delle lezioni spettacolo “Processi ai filosofi”, messe in scena per diversi anni e Bologna e dintorni, in una occasione anche al Festival di filosofia di Modena.