Caricamento Eventi

La storia della Sicilia è stata influenza già nell’antichità da diversi gruppi etnici: alle popolazioni locali – Elimi, Sicani e Siculi – si aggiunsero, prima dell’VIII secolo a.C. i Fenici che fondarono colonie ed emporia e inserirono l’Isola in un’ampia rete di rapporti commerciali con il Vicino Oriente. Successivamente i territori fenici furono dominati da Cartagine, la più importante colonia fenicia nord-africana. Con i Greci (dalla seconda metà dell’VIII secolo a.C.), l’Isola entrò nella storia occidentale, nacquero le città con i loro spazi organizzati, le alleanze e i conflitti, la grande arte e l’architettura monumentale. L’intervento dei Romani, a partire dal III secolo a.C., portò in questa terra grandi alterazioni dei quadri amministrativi, sociali ed economici, ma apportò anche rifunzionalizzazioni dei contesti preesistenti. La Sicilia rimase, per tutta la durata dell’Impero, una terra fondamentalmente utile all’approvvigionamento agricolo, cruciale per i rifornimenti annonari, il granaio di Roma sia in tempo di pace che di guerra e vide la riorganizzazione del territorio basata sulla creazione di latifundia imperiali e la costruzione di grandi ville signorili, di cui la Villa del Casale di Piazza Armerina è uno degli esempi più famosi.

Docenza: Daniela Ferrari
Lezioni: 4
Giorno e orario: mercoledì, 16.00-17.30; febbraio  2023
Modalità mista: On-line o In presenza e nel rispetto delle norme sanitarie previste all’avvio del corso. Indicare la modalità scelta nel campo “note”.
Costo IVA compresa on-line: Soci di U.A  … €;  Non soci €  ….
Costo IVA compresa in presenza: Soci di U.A  … €; Non soci € ….

Daniela Ferrari

Laureata in Storia indirizzo Orientale, specializzata in Archeologia, dottore di ricerca in Antichità Africane, perfezionata in Didattica Museale, perfezionata in Materiali Ceramici, Lapidei e Musivi per i Beni Culturali.
È stata Consigliere del Comitato Nazionale Italiano dell’Association Internationale pour l’Histoire du Verre. Professore a contratto presso l’Università di Bologna dal 2002 al 2013, ha svolto seminari nelle Università di Bologna e di Milano. È docente di Archeologia presso Università Aperta di Imola e presso Diesse (Didattica e Innovazione Scolastica) di Milano, Ente accreditato presso il MIUR per aggiornamenti rivolti agli insegnanti. Ha partecipato a scavi archeologici in Israele, Egitto, Sardegna, Sicilia, Veneto, Emilia-Romagna. Ha svolto attività di segreteria scientifica e organizzato mostre e convegni; ha curato la redazione di Atti di Convegni; fatto parte della redazione del sito www.fenici.unibo.it; collaborato con Soprintendenze e Musei Archeologici per la schedatura di materiali, conferenze e attività didattica rivolta a ragazzi e adulti. È curatrice redazionale della Collana “La Memoria dei Fenici” (Agorà Edizioni di Lugano, ora La Mandragora di Imola); fa parte della redazione dei siti Arkeomania.com e La Memoria dei Fenici. È assistente culturale presso un’agenzia di viaggi di Bologna, per siti archeologici e storici del Mediterraneo. La sua produzione scientifica è rivolta in particolare allo studio degli amuleti egizi ed egittizzanti e al vetro preromano.