Villa dei Vescovi - Colli Euganei - Foto a cura di R. Volponi


Sorpreso Viaggiando si impara Urlo


Sabato 26 Maggio 201220120526_Rovigo

Visita della Villa dei Vescovi, nei Colli Euganei

e Palazzo Roverella a Rovigo dove si tiene la mostra
Il Divisionismo
La luce del moderno

accompagnati dalle docenti dell'Università Giovanna Degli Esposti ed Emanuela Fiori.

La VILLA dei VESCOVI, ai Colli Euganei, è una splendida testimonianza di grande architettura civile italiana, monumento di eccezionale importanza nel panorama delle ville venete; è di proprietà del FAI dal 2005. Edificata sui Colli Euganei dal 1535 come casa di villeggiatura del vescovo di Padova, Francesco Pisani, fu trasformata su progetto di Giovanni Maria Falconetto. Gli interni furono affrescati dal fiammingo Lambert Sustris, ammiratore di Raffaello. Fu ulteriormente modificata e migliorata da artisti e architetti quali Giulio Romano, Vincenzo Scamozzi e Andrea da Valle. A distanza di cinque secoli, Villa dei Vescovi mantiene miracolosamente inalterato il suo ideale di vita originario che assegna alla natura e al paesaggio un valore morale in grado di educare lo spirito e ispirare la mente. Il gruppo in attesa potrà visitare liberamente i giardini, l’ enoteca, la chiesetta.
Pranzo facoltativo in buon ristorante in centro a Rovigo e successivamente visita alla mostra “IL DIVISIONISMO”, a Palazzo Roverella.
La grande mostra ripropone una delle più emozionanti stagioni dell’arte italiana negli ultimi secoli con una scelta di opere del periodo tra il 1890 e l’indomani della Grande Guerra. Negli anni in cui Signac e Seurat “punteggiano” il Neo Impressionismo, anche in Italia diversi artisti si confrontano con l’uso “diviso” dei colori complementari. E lo fanno con assoluta originalità, interpretando magistralmente la luce del moderno. È la prima effettiva cesura rispetto agli stili del passato, prima delle avanguardie. Pittura di luce, colore e soprattutto pittura di emozioni.

Go to top