Barbieri 2015 I corsi 2015-2016

Ricomincia un nuovo anno ricco di incontri, di iniziative, di laboratori, ossia riprende in pieno la nostra tradizionale attività, in modo coerente col lungo passato di Università Aperta, ma anche con tutta una serie di novità che rivelano il desiderio di rispondere in modo sempre più preciso alle richieste e ai desideri dei nostri soci, corsisti e simpatizzanti.
Questo programma nasce da una lunga esperienza, ma anche dall’apporto generoso e creativo di tante e tanti che con noi collaborano, offrendoci suggerimenti, proposte, disponibilità e, a volte, ma ugualmente preziose anche critiche.
L’opuscolo dovrà essere esaminato con una certa attenzione per cogliere i numerosi elementi di novità sia dal punto di vista sostanziale che organizzativo.
Mi propongo allora come guida, perché nessuno possa rischiare di smarrirsi nel dedalo delle iniziative, offrendo un tenue filo di Arianna per facilitare la lettura.
Il primo aspetto importante è il fatto che è fortemente aumentato il “fai da te”, ossia la possibilità per ciascuno di costruire autonomamente il proprio percorso, collegando corsi di durata limitata, e non sovrapposti come calendario, in modo da consentire di scegliere liberamente sulla base dei propri interessi e dei propri tempi.
Prosegue il tentativo, già sperimentato con successo, di superare i confini eccessivamente schematici fra ambiti culturali diversi (ad esempio: arte e musica, letteratura e cronaca d’attualità e, ancora, letteratura e modernità…).
FrontPage 2015Si amplia l’offerta di corsi in forma di spettacolo, dove tematiche “particolarmente impegnative”, come la critica d’arte o la riflessione filosofica vengono presentate con modalità che, se rendono piacevole e immediato l’approccio, nulla tolgono alla complessità del tema.
Un intero settore a parte può essere considerato quello che abbiamo voluto evidenziare sotto la voce comune di “Per non uscire col buio, corsi dalle 16 alle 18” con cui abbiamo voluto dare risposta alle numerose persone che ci hanno manifestato la loro difficoltà a muoversi nel tardo pomeriggio durante i mesi autunnali e invernali. Nell’opuscolo essi sono stati evidenziati per essere immediatamente individuati da chi ricerca questo tipo di soluzione.

Anche corsi che da molti anni si ripetono hanno introdotto novità di grande rilievo. Cito per tutti la nuova impostazione dei corsi di letteratura e il corso di musica classica che vede la compartecipazione di grandissimi pianisti accanto al M° Rasca. È un regalo di assoluto valore e siamo molto riconoscenti per la straordinaria opportunità che ci regalano.

Non mancano temi completamente nuovi, sono “chicche” la cui scoperta viene facilitata dal fatto di essere evidenziati come “Novità”.

Rimangono naturalmente le offerte classiche che da anni raccolgono i consensi del nostro pubblico la cui passione e fedeltà è per noi motivo di riconoscenza e di orgoglio, così come va riconosciuto il grande merito di quegli straordinari docenti che da anni sanno offrire spunti sempre nuovi e sempre validi alla curiosità e alla voglia di “continuare a crescere”, come da sempre recita il nostro slogan.

Concludo con un ringraziamento a chi ci segue e a tutti i nostri collaboratori, con l’augurio di incontrarvi numerosi all’inizio dei lavori.

La presidente di Università Aperta
Gabriella Barbieri

 

Patrocini Istituzionali e Sponsor di Università Aperta

La Rivista UA 3p

UA su SmartPhone

Esplora il sito di
Università Aperta
anche col tuo smartphone:
è pronto per I-Phone,
Android e Windows Mobile

Go to top